Informazioni sul rischio valanghe

La scala europea del rischio valanghe prevede 5 livelli di rischio definiti da una valutazione di stabilità
e le sue conseguenze in termini di probabilità di innesco di una valanga.

Nessuno degli indici di rischio dovrebbe essere trascurato. In montagna non esiste il rischio 0 e il pericolo a cui è esposto lo sciatore,
il surfista o il pedone con o senza racchette, aumenta con il valore degli indici.

Poiché il rischio di valanga non è un parametro misurabile, ogni indice sulla scala non riflette ciò che accadrà,
ma cosa può accadere con la migliore probabilità, vista l'analisi della situazione e dello stato di conoscenza.

Sono presenti le bandierine alle partenze e gli arrivi dei principali impianti di risalita ed i bollettini ai vari punti informativi.

Scala di rischio europea Stabilità del manto nevoso Significato del pittogramma

1/5
A basso rischio

La stabilità complessiva del manto nevoso è buona. Le condizioni sono quindi le più favorevoli per la pratica della montagna. Il dissesto è poco marcato e localizzato in settori molto rari caratterizzati da forte pendenza, ambiente di crinali o valichi, con rotture di versante.

Nella maggior parte dei casi, il rischio di inciampo viene considerato solo sotto l'effetto di gravi sovraccarichi. L'attività valanghiva naturale può manifestarsi solo sotto forma di colate o piccole valanghe di bassa entità.

2/5
Rischio limitato

La stabilità complessiva è soddisfacente ma l'instabilità localizzata interessa alcuni pendii la cui esposizione e altitudine sono più spesso citate.

Il rischio di innesco riguarda solo un numero limitato di piste. In generale, è da temere solo sotto l'effetto di forti sovraccarichi (gruppo di sciatori per esempio). Anche l'attività valanghiva spontanea rimane bassa.

Le colate o valanghe che possono verificarsi sono, nella stragrande maggioranza dei casi, piccole.

3/5
Rischio marcato

L'instabilità peggiora e si estende a molti pendii, le cui caratteristiche topografiche sono generalmente descritte nel bollettino.

A seconda della situazione si faranno menzione delle zone più esposte, senza dimenticare che la realtà sul terreno, in particolare dopo episodi di neve ventosa, esclude una localizzazione troppo rigida dei settori. L'instabilità è quindi sufficientemente marcata in modo che si possa inciampare sotto l'effetto di bassi sovraccarichi, come il passaggio di un solo sciatore.

Nel caso in cui sia prevista un'attività valanghiva "naturale", questa deve tradursi in un numero ridotto di valanghe, di media importanza nella maggior parte dei casi, solo alcune di esse riuscendo a prendere un'estensione abbastanza grande. .

Il danno materiale è improbabile e rimane eccezionale in questo tipo di situazione.

4/5
Forte rischio

L'instabilità interessa la maggior parte dei pendii, le cui caratteristiche possono ancora, ma più raramente, essere segnalate nel bollettino.

In molti settori interessati da questa instabilità c'è un'alta probabilità di inciampare per basso sovraccarico (passaggio di un solo sciatore ad esempio).

Mentre il rischio di inneschi accidentali è ancora forte e preoccupante, lo stesso non vale per il rischio di partenze naturali. L'indice 4, infatti, descrive situazioni di neve molto diverse in cui il rischio di valanghe spontanee può essere elevato in quanto può essere minimo o addirittura molto basso.

Queste sfumature sono indicate nei bollettini.

5/5
Rischio molto alto

L'instabilità del manto nevoso è quindi molto forte e generalizzata: episodi di neve molto attiva, freddo e ventoso, riscaldamento improvviso accompagnato da pioggia che interessa un manto nevoso poco trasformato ...

Possono verificarsi numerose valanghe di grandi dimensioni e raggiungere zone con bassa pendenza (inferiore a 20 °). Alcune delle situazioni coperte da un rischio 5 sono eccezionalmente gravi.

Le valanghe di grandi dimensioni possono avere conseguenze molto gravi sia a livello umano che materiale. Tralicci, edifici e strade possono essere danneggiati e danneggiati.

Nei casi più preoccupanti vengono diramati appositi bollettini ai servizi di sicurezza regionali e dipartimentali oltre che ai media (bollettino regionale di allerta meteo “valanghe”, comunicati meteo).

Consiglio autonomo degli impianti di risalita

817 Italia Strada
05100 Montgenèvre
+33 (0) 4 92 21 91 73